HOME   LA NOSTRA STORIA  
       
       
       
  GLI INGREDIENTI   CONTATTI
       
       
Milano, 1921
Nella Milano degli anni Venti, città già vivace e operosa, nascono tante piccole realtà produttive: qui, dalla passione di due fratelli per il forno, viene fondata la ditta Alemagna.

1930/32
In via Carlo Alberto viene aperta la prima pasticceria Alemagna, seguita dallo storico locale di via Manzoni, in pieno centro. Nei primi anni di attività, Alemagna sperimenta la lievitazione naturale dei propri impasti: così nasce il Panettone alto e soffice.

1937
La ditta si ingrandisce e sistema i suoi stabilimenti in una ex-filanda, in via Silva, alla periferia di Milano. Aumentano i ritmi di produzione e i volumi, ma rimane immutata la qualità: con Alemagna il Panettone diventa un dolce per tutti. Guarda il video dell'Istituto Luce del 29/11/1939.

Anni ’40
La pasticceria Alemagna in Piazza del Duomo si afferma come punto di ritrovo dei milanesi. I Panettoni Alemagna iniziano a essere spediti in tutto il mondo con le caratteristiche cappelliere con la “A” maiuscola. Mentre la Seconda Guerra Mondiale finiva, sui muri delle città bombardate appare il celebre manifesto della colomba bianca di Alemagna.

Guarda il video

Anni ’50/‘60
Gli anni del boom rappresentano anche per Alemagna un momento di grandissima crescita. L’espansione porta anche alla diversificazione del business, dai gelati alle caramelle Charms, fino agli Autogrill Alemagna. Sono gli anni del Carosello con:

"Alemagna. ullallà è una cuccagna!"

Anni ’70/‘80
La crisi petrolifera, l’austerity, gli anni di piombo. Un periodo difficile per l’Italia e per la sua economia. Anche se i prodotti Alemagna continuano a essere amati dal grande pubblico, il marchio risente pesantemente di alcuni cambiamenti societari e finanziari.

2010
Alemagna è tornata a essere un’azienda orgogliosamente italiana. Oggi, anche grazie a una nuova immagine capace di celebrare “il mito Alemagna”, la grande “A” è tornata a essere un simbolo di vera eccellenza.